Steve McCurry a Poietika

Da circa 30 anni, Steve McCurry è considerato una delle voci più autorevoli della fotografia contemporanea. La sua maestria nell’uso del colore, l’empatia e l’umanità delle sue foto fanno sì che le sue immagini siano indimenticabili. Ha ottenuto copertine di libri e di riviste, ha pubblicato svariati libri e moltissime sono le sue mostre aperte in tutto il mondo. I suoi lavori raccontano di conflitti, di culture che stanno scomparendo, di tradizioni antiche e di culture contemporanee, ma sempre mantenendo al centro l’elemento umano che ha fatto sì che la sua immagine più famosa, la ragazza afgana, fosse una foto così potente. McCurry è stato insignito di alcuni tra i più importanti premi della fotografia, inclusa la Robert Capa Gold Medal, il premio della National Press Photographers. Il ministro della cultura francese lo ha nominato cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere e, più recentemente, la Royal Photographic Society di Londra gli ha conferito la Centenary Medal for Lifetime Achievement.

Come prenotarsi

Ingresso gratuito, necessaria prenotazione esclusivamente con email a info.poietika@gmail.com indicando nome e cognome e n. posti richiesti.

Si potranno prenotare massimo 2 posti a persona. Attendere email di conferma della prenotazione.

Le prenotazioni saranno accettate dal 7 settembre (non inviare mail prima) fino a esaurimento posti.
I posti saranno assegnati in base all’ordine delle prenotazioni.

I biglietti potranno essere ritirati presso:
Palazzo GIL dalle 15 alle 17 del 12 settembre e dalle 10 alle 12 del 13 settembre
Botteghino Teatro Savoia dalle 17 alle 18 (tassativo, non oltre) del 13 settembre.

I biglietti eventualmente non ritirati entro le 18 del 13 settembre, saranno riassegnati in base all’ordine di presentazione presso il botteghino del Teatro Savoia. Il botteghino sarà aperto dalle ore 17

Per garantire il servizio di biglietteria, si prega di rispettare le indicazioni fornite.

Annunci
Panel 1

Steve McCurry a Poietika

Da circa 30 anni, Steve McCurry è considerato una delle voci più autorevoli della fotografia contemporanea. La sua maestria nell’uso del colore, l’empatia e l’umanità delle sue foto fanno sì che le sue immagini siano indimenticabili. Ha ottenuto copertine di libri e di riviste, ha pubblicato svariati libri e moltissime sono le sue mostre aperte in tutto il mondo. I suoi lavori raccontano di conflitti, di culture che stanno scomparendo, di tradizioni antiche e di culture contemporanee, ma sempre mantenendo al centro l’elemento umano che ha fatto sì che la sua immagine più famosa, la ragazza afgana, fosse una foto così potente. McCurry è stato insignito di alcuni tra i più importanti premi della fotografia, inclusa la Robert Capa Gold Medal, il premio della National Press Photographers. Il ministro della cultura francese lo ha nominato cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere e, più recentemente, la Royal Photographic Society di Londra gli ha conferito la Centenary Medal for Lifetime Achievement.

Come prenotarsi

Ingresso gratuito, necessaria prenotazione esclusivamente con email a info.poietika@gmail.com indicando nome e cognome e n. posti richiesti.

Si potranno prenotare massimo 2 posti a persona. Attendere email di conferma della prenotazione.

Le prenotazioni saranno accettate dal 7 settembre (non inviare mail prima) fino a esaurimento posti.
I posti saranno assegnati in base all’ordine delle prenotazioni.

I biglietti potranno essere ritirati presso:
Palazzo GIL dalle 15 alle 17 del 12 settembre e dalle 10 alle 12 del 13 settembre
Botteghino Teatro Savoia dalle 17 alle 18 (tassativo, non oltre) del 13 settembre.

I biglietti eventualmente non ritirati entro le 18 del 13 settembre, saranno riassegnati in base all’ordine di presentazione presso il botteghino del Teatro Savoia. Il botteghino sarà aperto dalle ore 17

Per garantire il servizio di biglietteria, si prega di rispettare le indicazioni fornite.

Panel 2

Ospiti estate 2018

23 luglio – Agnone
Ermanno BENCIVENGA
Lectio magistralis – Arte e bellezza
Ore 18.00 – Palazzo Bonanni

Professore ordinario di filosofia presso l’Università di California; logico di fama, ha dato importanti contributi alla filosofia del linguaggio, alla filosofia morale e alla storia della filosofia. In “Oltre la tolleranza, Manifesto per un mondo senza lavoro” e “Parole che contano”  ha elaborato un’utopia politica. Per il grande pubblico ha scritto (fra l’altro) “La filosofia in sessantadue favole” e “Il bene e il bello: etica dell’immagine”. È autore delle raccolte di racconti “I delitti della logica”, “Case e Amori”, di cinque raccolte di poesie (l’ultima è “Le parole della notte”) e delle tragedie “Abramo e Annibale”. Ha fondato e diretto per trent’anni (fino al 2011) la rivista internazionale di filosofia “Topoi”. Collabora al quotidiano “Il Sole-24 Ore”. Tra i suoi saggi più recenti, “La scomparsa del pensiero. Perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa” (Feltrinelli, 2017).

 

26 luglio – Larino
Maria Giovanna LUINI
Dialoga con Mariano FLOCCO
Il grande lucernario
Ore 19.00 – Palazzo Ducale

Maria Giovanna Luini è scrittrice e medico. Senologa libero professionista con due specializzazioni e un master in senologia chirurgica all’Istituto europeo di oncologia (IEO). Al Centro Metis di Milano promuove l’integrazione tra la medicina convenzionale di eccellenza e alcune tecniche che la scienza sta studiando: Reiki ed Energie, meditazione e percorsi di autoconsapevolezza. Per sedici anni è stata l’assistente medico di Umberto Veronesi nella direzione scientifica di IEO. Ha pubblicato romanzi (il più recente è Il grande lucernario. La lezione di Umberto Veronesi e la nuova via per la cura. Mondadori 2018  e saggi (molti dei quali insieme a Veronesi), ha collaborato a sceneggiature cinematografiche e prestato consulenza per Allacciate le cinture di Ferzan Ozpetek.

 

29 luglio 2018 – Roccavivara
Proiezione film “il viaggio”
Viaggio nella Bellezza
Ore 21.30 – Chiesa Santa Maria di Canneto
(Teatro all’aperto)

Cinque persone prendono il treno della tratta ferroviaria Carpinone-Sulmona prima della soppressione della linea che attraversa zone suggestive e incontaminate del Molise. Attraverso gli occhi dei cinque protagonisti coglieremo la bellezza della natura che sorge intorno alla cosiddetta “Transiberiana d’Italia”; attraverso le loro parole scopriremo porzioni della loro vita. Piccoli e grandi conflitti si svilupperanno lungo il tragitto che sarà ricco di imprevisti, sorprese e incontri “magici”. Ma il vero e principale protagonista del film è il treno: i suoi vagoni pieni di persone che invece di trafficare con tablet e smartphone, decidono di parlare tra loro, di confrontarsi, anche di litigare. Accompagnati dal lento incedere sui binari, ognuno di loro si ritroverà a svelare qualcosa di sé, dimenticando la ragione iniziale del viaggio per trovare una strada comune, più profonda. Da percorrere insieme.

2018 Official Selection – ARFF Amsterdam – Amsterdam, Olanda
2018 Official Selection – ARFF Berlin – Berlino, Germania

 

4 agosto – Capracotta
Donato ZOPPO
DAI BEATLES A CAPAREZZA: Mezzo secolo di rock,
copertine e concept, dall’Inghilterra all’Italia
Ore 17.00 – Giardino della Flora Appenninica

Giornalista musicale, produttore, voce radiofonica. Donato Zoppo è autore di numerosi libri legati alla storia della musica come Premiata Forneria Marconi 1971-2006 30 anni di rock immaginifico (Editori Riuniti), Amore, libertà e censura. Il 1971 di Lucio Battisti (Aereostella), vincitore del premio Note di carta 2011; Prog. Una suite lunga mezzo secolo e King Crimson. Islands – Testi commentati, entrambi per Arcana. Il suo ultimo lavoro è stato pubblicato da Hoepli e si intitola Opera Rock. La storia del Concept Album. Scrive per il mensile Audio Review e per il sito Jam. Ha curato per Cramps L’Anthologia Progressive, dedicata al rock progressivo italiano. È l’ideatore della rassegna TranSonanze.

 

 

 

11 agosto 2018 – Sepino
SONIKA POIETIKA
Musica e reading
Ore 21.30 – P.zza Prisco (Cortile interno del Municipio)
Cristiano GODANO (Marlene Kuntz)
dialoga con Lory MURATTI
Parole e musica

“Parole e Musica” sono gli strumenti che hanno permesso a Cristiano Godano di dare episodi artistici assolutamente indimenticabili. Un percorso che ha tracciato le linee guida del “nuovo rock italiano”. Cristiano è stato autore con i suoi Marlene Kuntz di dischi nei quali la parola, oltre al suono, ha avuto sempre enorme importanza. A Sepino ci racconterà, attraverso un’affascinante dialogo con l’amico e collaboratore Lory Muratti (a sua volta musicista e scrittore), il suo percorso artistico tra parole e musica, svelando aneddoti sconosciuti, incontri e magie, vissute sopra e sotto il palco. Chitarra e voce, Cristiano proporrà alcuni brani del folto repertorio dei Marlene Kuntz, portando così il pubblico in una dimensione inedita e quasi trasognata. Un’occasione unica di intimo contatto con l’autore in un salotto ideale.

Emidio CLEMENTI (Massimo Volume)
Corrado NUCCINI (Giardini di Mirò)
“Quattro Quartetti” di T. S. ELIOT – Un viaggio dal cuore del cosmo, un luogo segreto dello spirito

Un classico letterario del ‘900 – i “Quattro Quartetti” del poeta e critico letterario statunitense T.S. Eliot – e re/interpretato in maniera completamente inedita. Un lavoro che è a sua volta un vero e proprio disco, declamato alla perfezione da Emidio Clementi su una traduzione Garzanti del 1994.

Emidio Clementi e Corrado Nuccini sono due figure cardine della musica italiana. Il primo ha attraversato da protagonista tre decenni nei Massimo Volume, El Muniria e Sorge. Ha scritto tre romanzi (La notte del pratello, L’ultimo dio e Matilde e i suoi tre padri) pubblicati da Fazi Editore e Rizzoli. Insegna scrittura creativa all’Accademia delle Belle Arti di Bologna.

Corrado Nuccini è uno dei fondatori dei Giardini di Mirò, vera e propria colonna della musica indipendente italiana. Ha curato gli spettacoli Toxic Love e Stranger Music dedicati alla musica di Lou Reed e Leonard Cohen.

 

13 settembre 2018 – Campobasso
Steve McCURRY
Lectio magistralis – La bellezza negli occhi
Teatro Savoia – Campobasso

Da circa 30 anni, Steve McCurry è considerato una delle voci più autorevoli della fotografia contemporanea. La sua maestria nell’uso del colore, l’empatia e l’umanità delle sue foto fanno sì che le sue immagini siano indimenticabili. Ha ottenuto copertine di libri e di riviste, ha pubblicato svariati libri e moltissime sono le sue mostre aperte in tutto il mondo. I suoi lavori raccontano di conflitti, di culture che stanno scomparendo, di tradizioni antiche e di culture contemporanee, ma sempre mantenendo al centro l’elemento umano che ha fatto sì che la sua immagine più famosa, la ragazza afgana, fosse una foto così potente. McCurry è stato insignito di alcuni tra i più importanti premi della fotografia, inclusa la Robert Capa Gold Medal, il premio della National Press Photographers. Il ministro della cultura francese lo ha nominato cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere e, più recentemente, la Royal Photographic Society di Londra gli ha conferito la Centenary Medal for Lifetime Achievement.

Panel 3

Partner Estate 2018

 

 

 

COMUNE DI AGNONE

 

COMUNE DI CAPRACOTTA

 

COMUNE DI LARINO

 

COMUNE DI ROCCAVIVARA

 

COMUNE DI SEPINO

Panel 4

Rassegna stampa 2018