News

Prenotazione biglietti segnaposto – Aggiornamento

Si comunica che  è aperta la prenotazione dei biglietti segnaposto per gli eventi del 2 e 3 maggio, mentre per l’evento del 6 la prenotazione sarà valida dal 4 maggio. Si ricorda che si possono riservare un massimo di 2 biglietti e non verranno accettate più richieste provenienti dalla stessa email; il biglietto sarà riservato fino alle 18.00 del giorno dell’incontro, in caso di mancata presentazione, l’opzione sarà persa. I posti saranno assegnati in base alla disponibilità, non è possibile scegliere la posizione.

👉Invia una email a info.poietika@gmail.com

Annunci

Prenotazione biglietti segnaposto

AGGIORNAMENTO

Si comunica che  è aperta la prenotazione dei biglietti segnaposto per gli eventi del 2 e 3 maggio, mentre per l’evento del 6 la prenotazione sarà valida dal 4 maggio. Si ricorda che si possono riservare un massimo di 2 biglietti e non verranno accettate più richieste provenienti dalla stessa email; il biglietto sarà riservato fino alle 18.15 del giorno dell’incontro, in caso di mancata presentazione, l’opzione sarà persa. I posti saranno assegnati in base alla disponibilità, non è possibile scegliere la posizione.
👉Invia una email a info.poietika@gmail.com

Il programma di domani 22 maggio

Mariangela_Gualtieri_ph©Melina_MulasDenso il programma di incontri per la terza giornata di “Poietika – il corpo della parola” all’interno dell’auditorium del Palazzo GIL. Dalle 18,00 il primo intervento, ospite il poeta Alfonso Guida che terrà un reading poetico dal titolo “Rincorse un poco il fiume”. A seguire l’incontro incendiario tra Gian Ruggero Manzoni e Antonio Picariello per presentare “Acufeni”, l’ultimo romanzo del narratore romagnolo, finalista al Premio Viareggio Narrativa 2015. Dopo le 20,00 spazio anche alla degustazione dei prodotti enogastronomici offerti dai partner di Poietika che ha voluto coniugare la cultura con il territorio molisano, chiamando a raccolta le sue migliori espressioni. Alle 21,00 spazio alla pièce teatrale di Mariangela Gualtieri, storica fondatrice con Cesare Ronconi del Teatro Valdoca, dal titolo “Le giovani parole”.

L’esordio di Poietika

campoporporaPoietika ha esordito nel miglior modo possibile stipando la platea del Teatro Savoia di studenti, docenti, amanti della poesia e della letteratura, accorsi per Valerio Magrelli, considerato il più influente poeta italiano contemporaneo che, con Luigi Fabio Mastropietro, ha conversato sulla sua poesia e sulla sua vita. Apprezzata la performance di Giancarlo Civerra ed il finale scoppiettante con il reading poetico/musicale tra Valentino Campo e Antonio Porpora Anastasio.

Domani, 20 maggio l’inaugurazione di poietika

magrelli1Domani, mercoledì 20 maggio alle ore 18,00 presso il Teatro Savoia di Campobasso, ci sarà la prima delle cinque giornate di Poietika – il corpo della parola, meeting che incontrerà (attraverso la presenza di autori e artisti molisani con ospiti di rilevo nazionale e internazionale), la filosofia, la letteratura, la poesia, il teatro, la musica, la fumettistica e le arti visive.

L’inaugurazione di Poietika prevede il primo incontro previsto alle ore 18,00 dal titolo “Considerazioni sulla poesia”. Luigi Fabio Mastropietro (direttore editoriale del Quaderno di segni contemporanei AltroVerso) si intratterrà con Valerio Magrelli, nome celebre della arte poetica italiana. Dalle 19,00 sul palco del teatro campobassano salirà poi Giancarlo Civerra (molisano e esperto di narrazione per immagini)con il suo intervento dal titolo “Virtual-mente”.

Per concludere la giornata dalle 19,30 la performance musicale e poetica “Dove la terra cede” che vedrà protagonisti Valentino Campo (direttore artistico di Poietika, poeta e critico) e Antonio Porpora Anastasio (pianista di fama internazionale, compositore e scrittore).

Poietika, il corpo della parola

cop-depl_okLa parola s’incammina, si fa corpo, suono, voce. Respira il ritmo della terra. La parola fa, costruisce e svela mondi, ci riconduce al centro di noi stessi dove l’eco di una gemma riluce.

Poietika è ricerca di quell’essenza, sintesi della sostanza di cui si nutre la parola. E la cerca nella voce, nel suono, nel gesto, nella declinazione di un nome da ricomporre. Il corpo di una parola nuova anche se è sempre la stessa dalla notte dei tempi. Poietika non celebra il verbo, almeno non nella ritualità salottiera e televisiva nella quale quotidianamente s’incensa un corpo svuotato di carne e linfa. Poietika ricuce lo strappo e scava la profondità. Fa la sponda tra il  dire e il dirsi. Insegue un suono, una sillaba, un guizzo, ogni indizio, ogni fibra di quell’universo. Poietika ascolta la voce di scrittori, critici letterari e poeti, non si perde una nota sullo spartito dei musicisti, si tiene allo scandaglio dei filosofi, sta con gli occhi fissi su ogni gesto col quale la parola s’incarna nel corpo di chi la fa. Di chi si fa parola.

Poietika è anche questo, vocabolario e grammatica dell’incontro, accoglienza che vibra nell’ascolto dell’altro da sé e all’altro fa dono del proprio corpo lucido e scarno.

Poietika è soprattutto questo, l’urgenza della parola, di una parola necessaria, declinata durante cinque giorni densi in cui una piccola regione tenta di restituirle il fiato.

Valentino Campo, Direttore artistico di Poietika